Investimenti per la Ripresa: Efficientamento Energetico delle PMI | Lombardia

da 7.500€ a 50.000€

Contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese

Category:
  1. General Details

    Regione Lombardia ha pubblicato l’iniziativa volta a sostenere gli interventi di efficientamento energetico promossi dalle micro, piccole e medie imprese lombarde del settore manifatturiero che, a seguito dell’aumento dei costi dell’energia, aggravati anche dalla crisi internazionale in corso, vedono ulteriormente esasperato il contesto economico proprio nella fase di ripresa dalla crisi economica da Covid 19.

    Cofinanziato con il FESR e con una dotazione finanziaria superiore a 30 milioni di euro , il bando “Investimenti per la ripresa 2022: linea efficienza energetica del processo produttivo delle micro, piccole e medie imprese manifatturiere” finanzia a fondo perduto interventi che comportino una spesa minima pari a 15.000 euro e fino a un contributo massimo di 50.000 euro, con un’intensità pari al 50% delle spese ammissibili.

  2. Controlla la scadenza del bando

    La partecipazione al bando deve avvenire in modalità online, mediante la piattaforma bandi.regione.lombardia.it.

    FASE 1: Caricamento Allegato 1 (vedi area documenti) da parte di Tecnico individuato dall’impresa
    FASE 2:  Presentazione della domanda a partire dalle ore 10.00 del 25 ottobre 2022

     

  3. Richiedi supporto a C Quadra

      Ho letto e compreso le indicazioni sulla Privacy Policy

    • Verifica se hai i requisiti

      Possono partecipare le Micro, Piccole e Medie imprese con sede legale o operativa in Regione Lombardia, regolarmente iscritte al Registro Imprese, con codice ATECO afferente alla sezione C, e che non siano in stato di difficoltà o in situazione di irregolarità contributiva.

    • Spese ammissibili

      Sono ammissibili le spese relative a acquisto e installazione di :

      • collettori solari termici e/o impianti di micro-cogenerazione
      • impianti fotovoltaici per autoproduzione energia
      • macchinari e attrezzature in sostituzione di quelli presenti
      • caldaie ad alta efficienza, a biomassa, o pompe di calore
      • sistemi di domotica per il risparmio energetico o monitoraggio consumi
      • apparecchi LED a basso consumo
      • costi per opere murarie, impianti e assimilati (massimo 20% punti precedenti)
      • spese tecniche per consulenza
      • costi indiretti (massimo 7% punti precedenti)

      Le spese sono considerate al netto IVA; non sono ammissibili fatture per importi inferiori ai 500€.

    • Documents