RISORSE ESAURITE PER ARTIGIANI | Investimenti per Artigiani e Aree Interne | Lombardia

da 7.500€ a 40.000€

Contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili

Category:
  1. General Details

    Regione Lombardia ha indetto il Bando “Investimenti per la Ripresa” indirizzato ad Artigiani e Aree interne lombarde che intendano investire sul proprio sviluppo e rilancio, perseguendo una o più delle seguenti finalità:

    • transizione digitale
    • transizione green
    • sicurezza sul lavoro (anche in riferimento al COVID-19)

    Con una dotazione finanziaria pari a 10 milioni di euro, si configura come un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ritenute ammissibili fino a un massimo di 40 mila euro. Si richiede un investimento minimo pari a 15 mila euro.

    Il Bando è valutativo a sportello.

  2. Controlla la scadenza del bando

    Sarà possibile inviare la propria domanda di partecipazione a partire dalle ore 12.00 del 7 ottobre, fino ad esaurimento delle risorse disponibili e comunque non oltre il 21 ottobre ore 12.00.

  3. Richiedi supporto a C Quadra

      Ho letto e compreso le indicazioni sulla Privacy Policy

    • Verifica se hai i requisiti

      Il bando si articola su due differenti linee:

      • Linea A – Imprese Artigiane: sono in questo caso ammesse le imprese iscritte alla sezione speciale del Registro Imprese delle CCIAA ad esclusione di quelle agricole (ammesse imprese agrimeccaniche).
      • Linea B – Aree Interne: imprese con sede in Alta Valtellina – Valchiavenna, Appennino Lombardo – Oltrepò Pavese, Valli del Lario – Alto lago di Como, e con Codice Ateco I.55 (alloggio, alberghi, campeggi, ecc) e I.56 (ristorazione). Escluso il Cod. Ateco I.56.29.
    • Spese ammissibili

      Sono ammissibili le spese coerenti con le finalità di Transizione Digitale, Transizione Green e Sicurezza sul lavoro (anche in ambito Covid-19) e relative alle seguenti voci di spesa:

      • acquisto macchinari, impianti, attrezzature, arredi nuovi di fabbrica;
      • acquisto autoveicoli nuovi di fabbrica per il trasporto merci (N1) elettrici, ibridi, GPL a metano, ecc.
      • interventi per il mantenimento dell’efficienza degli impianti (entro determinati limiti – vedi bando);
      • interventi di revamping di impianti di produzione e macchinari;
      • acquisto di software e licenze;
      • acquisto licenze per uso di marchi e brevetti;
      • opere murarie, impiantistica e assimilabili (entro determinati limiti – vedi bando);
      • comunicazione e marketing (entro determinati limiti – vedi bando);
      • costi indiretti in misura forfettaria.
    • Documents