Incentivi a fondo perduto e finanziamenti agevolati a sostegno dell’imprenditoria femminile | Italia

da 0 a 160.000€

Contributo a fondo perduto e finanziamenti agevolati

Category:
  1. General Details

    A sostegno della nascita e del consolidamento delle imprese a prevalente partecipazione femminile sono stanziati rispettivamente 38,8 milioni e 121,2 milioni di euro, a valere sulle risorse del PNRR destinate alle politiche di inclusione e occupazione.

    Sia per le attività di nuova costituzione che per i piani di consolidamento di imprese già avviate, sono considerati ammissibili investimenti inerenti alla produzione di beni nei settori industriale, artigianale e della trasformazione dei prodotti agricoli, alla fornitura di servizi in qualsiasi settore e al commercio e al turismo. 

    L’agevolazione, concessa nel rispetto dei massimali del regolamento de minimis, prevede:

    • Contributo a fondo perduto dal 50% fino al 80% delle spese ammissibili, a seconda dell’entità dell’investimento, per le imprese di nuova costituzione o avviate da non più di 12 mesi. Le spese ammissibili non devono essere superiori a 250.000,00 euro. 
    • Copertura del 80% delle spese ammissibili per il 50% con contributo a fondo perduto e per il restante 50% con un finanziamento agevolato a tasso zero per le imprese costituite da almeno 12 mesi. Le spese ammissibili non devono essere superiori a 400.000,00 euro.

    Le realtà di nuova costituzione potranno inoltre godere di assistenza tecnica e gestionale da parte di Invitalia per un massimo di 3.000,00 euro e di un voucher a copertura del 50% delle spese in servizi di marketing digitale e comunicazione per un massimo di 2.000,00 € (spesa minima 4.000,00 €).

    I progetti devono essere realizzati entro 24 mesi dalla data di concessione delle agevolazioni. In fase di valutazione verrà attribuito un punteggio aggiuntivo ai piani di investimento ad alta tecnologia.

    L’entità dell’incentivo sarà determinato nel rispetto dei massimali previsti dal Regolamento GBER.

  2. Controlla la scadenza del bando

    Una procedura elettronica predisposta sul sito di Invitalia permetterà di compilare la domanda di partecipazione alle agevolazioni:

    • Dalle ore 10.00 del 5 maggio 2022 per l’avvio di nuove imprese
    • Dalle ore 10.00 del 24 maggio 2022 per lo sviluppo di imprese già costituite

    L’invio delle domande di partecipazione ai finanziamenti sarà possibile successivamente:

    • Dalle ore 10.00 del 19 maggio 2022 per l’avvio di nuove imprese
    • Dalle ore 10.00 del 7 giugno 2022 per lo sviluppo di imprese già costituite
  3. Richiedi supporto a C Quadra

      Ho letto e compreso le indicazioni sulla Privacy Policy

    • Verifica se hai i requisiti

      Possono partecipare al bando:

      • Le imprese femminili con almeno una sede nel territorio italiano e le lavoratrici autonome con partita IVA costituite da meno di 12 mesi alla data di presentazione della domanda.
      • Le lavoratrici che intendono costituire un’impresa femminile o aprire una partita IVA (entro 60 giorni dalla comunicazione di valutazione di esito positivo della domanda).
      • Le imprese femminili con almeno una sede nel territorio italiano e le lavoratrici autonome con partita IVA costituite da almeno 12 mesi e non più di 5 anni dalla data di presentazione della domanda.

      Le imprese beneficiarie devono essere di piccola e media dimensione e non quotate, iscritte al registro delle imprese. 

    • Spese ammissibili

      Risultano ammissibili le spese sostenute successivamente alla data di invio della domanda inerenti:

      • Immobilizzazioni materiali funzionali all’attività svolta
      • Immobilizzazioni immateriali
      • Servizi in cloud per gestionali aziendali
      • Personale dipendente (assunto successivamente la presentazione della domanda di contributo)
      • Esigenze di capitale circolante (entro determinati limiti a seconda della tipologia di beneficiario e a favore di specifiche voci di spesa)
    • Documents